Android: pensi davvero di conoscerlo? #1 La Storia

Meett31/ gennaio 22, 2017/ Android/ 0 comments

Cominciamo dal principio di Android: la storia.

Android nasce nel 2003 dalla neofondata società Android Inc. che aveva come cofondatore Rubin. Egli affermò che quello che stava creando era un sistema operativo “per dispositivi più consapevoli della posizione e delle preferenze del loro proprietario”.

Per i primi due anni di vita la situazione finanziaria della società non era una della migliori. Rubin fu infatti costretto a farsi prestare 10000 dollari da un suo amico. La situazione migliorò quando nel 2005 la società fu acquistata da Google, in quanto il famoso motore di ricerca voleva entrare nel mercato mobile.

E’ qui che la storia di Android ha inizio, con lo sviluppo da parte del team di Rubin. Il robottino verde venne però presentato al pubblico solo nel 2007 ed il primo telefono equipaggiato con Android era l’HTC Dream che uscì nel lontano 2008.Storia di Android

Con il seguito dagli anni Android fu aggiornato sempre a nuove versioni introducendo funzionalità, maggiore stabilità e sicurezza.

In che modo vengono chiamate la varie versioni?

Fin dal principio Android è stato etichettato con dei numeri che indicavano la versione, solo dalla 1.5 vennero poi affidati dei nomi di dolci in ordine alfabetico. I termini AstroBoy e Bender erano usati in privato per le prime due versioni in quanto inizialmente il team di sviluppo voleva dare nomi di robot della televisione o del cinema ad ogni versione di Android. Successivamente la versione 1.2 fu chiamata Petit Four (piccoli dolcetti) per i messaggi dolci che si scambiavano gli sviluppatori (ironicamente). Così la tradizione continuò: Cupcake, Donut, Eclair, Froyo, Gingerbread, Honeycomb, Ice cream Sandwich, Jelly Bean, KitKat, Lollipop, Marshmallow e Nougat.

A cosa serve?

Android nasce come embedded system ma negli anni si è evoluto per adattarsi ad ogni forma e componente. E’ passato dai televisori (Android TV) agli occhiali (Google Glass), dagli orologi da polso (Android Wear) alle macchine (Android Auto). Si può quindi dire che ormai Android è un sistema operativo che si può trovare ovunque.

Storia di Android, sviluppatoriQuante versioni!

Essendo un OS basato su kernel Linux e open source, il suo codice sorgente è libero a tutti gli sviluppatori. E’ da questa motivo che nasce la diversità nel mondo Android. Ogni azienda crea una diversa interfaccia grafica e aggiunge funzionalità e applicazioni proprie. Questo crea frammentazione nella diffusione degli aggiornamenti e alcune volte ritardi incredibili.

Sebbene la maggior parte delle interfacce Android nascano direttamente dai grandi produttori come Samsung, Huawei e HTC, ci sono alcuni sviluppatori mooolto intrepidi. Questi si cimentano nel modificare le versioni ufficiali rendendo possibile l’aggiornamento di dispositivi antiquati risparmiandogli una brutta fine. Un esempio può essere il team di CyanogenMod che ha salvato la vita a molti superstiti.

Altri invece modificano direttamente il kernel in modo da adattarlo a dispositivi di tutt’altro tipo. Remix OS, ad esempio, nasce dal progetto Android-x86, che vuole portare il sistema del robottino verde anche su computer fissi. Se sei curioso su come installare Remix OS sul tuo computer puoi seguire una guida cliccando qui.

Conclusioni

Android è oggi il sistema operativo più diffuso nel mondo, basti pensare che nel Novembre del 2016 in Italia contava il 79.1% dei dispositivi mobili, rispetto a Ios con 16.4% e Windows 4.0%, questo secondo le analisi del Kantar.

Spero di averti riportato informazioni il più utili possibile e se vuoi scoprire altro su Android e sul suo mondo continua a seguirci sulle pagine social.

About Meett31

Appassionato di computer fin dall'infanzia. Ama il sistema operativo Android, sviluppare siti web e creare applicazioni. Passa il tempo libero a smontare qualsiasi cosa abbia una vite e a trovare la giusta combinazione di colori per i suoi progetti.

Facci sapere cosa ne pensi con un commento!